Molti animali che vivono sulla terra, volano e nuotano hanno caratteristiche molto particolari proprio come i loro nomi.

Ce li ricordiamo perché seguiamo i documentari e ci sono rimasti nella mente anche per il tipo di pelle, piume che hanno e per come a volte riescono a sfuggire ai predatori da soli e senza alcun aiuto.

Vediamo quali sono tutti gli esseri viventi che hanno in comune solo l’iniziale del nome, ovvero la lettera O.

Elenco dettagliato

  • Oca: uccelli che appartengono alla famiglia delle Anatre ma il colore del piumaggio è bianco e candido e di solito vivono nelle fattorie dato che sono domestiche.
  • Occhiata: piccolo pesce di acqua salata grande circa 30 cm, ha il corpo è ovale e piatto, il colore delle squame è color argento e sulla coda ogni pesce ha una macchia nera.
  • Occhione: uccello grande 45 cm circa che sa volare, correre e nuotare. Possiede un piumaggio marrone e bianco per mimetizzarsi meglio, il becco è giallo con la punta nera, l’occhio è giallo e talmente aperto che forma un cerchio perfetto.
  • Ocelot: conosciuto anche con il termine gattopardo, è un felino che sembra un piccolo leopardo con le sembianze di un gatto, è molto presente in Messico, in Centro e Sud America.
  • Okapi: mammifero quadrupede alto 1,50 cm. il colore della pelle è di due manti diversi e particolari, totalmente scuro sulla schiena, pancia, testa e collo, invece sulle zampe è bianco e zebrato, ma nonostante questo pelo è uno degli animali che più si avvicina alla giraffa. Possiede anche due piccola corna che si chiamano ossiconi.
  • Ombrina: pesce lungo 1 m che vive nei fondali marini e oceanici perché si nutre di piccoli crostacei, molluschi, invertebrati e pesci che si nascondono sotto la sabbia.
  • Onisco: mollusco che è conosciuto anche con il nome cetriolo di mare, ha il corpo allungato e tozzo, intorno alla bocca ha piccoli tentacoli.
  • Onisco: piccolo crostaceo che si arrotola su se stesso in caso di pericolo, è un animaletto notturno non solo per cacciare ma la sua corazza ha bisogno di umidità. Si ciba di piccoli vegetali, alghe e animali morti.
  • Opossum: mammifero marsupiale molto presente in America, grande 40 cm, porta i cuccioli prima nel marsupio e quando crescono si aggrappano al pelo della madre.
  • Orango:scimmia dalle grandi dimensioni, la pelle è ricoperta di lunghi e folti peli rossi, si trova nelle foreste africane.
  • Orata: pesce di acqua salata che può raggiungere i 70 cm di lunghezza, è chiamato così perché le sue squame al sole danno una colorazione dorata, e anche il colore d’oro degli occhi è oro.
  • Orbietto: lo si può scambiare per un serpente, invece è una lucertola senza zampe, come tale in caso di pericolo riesce a separarsi dalla coda e a farla ricrescere in pochi giorni. lo si può trovare in Europa, Asia e Nord Africa.
  • Orca: cetaceo molto grande dagli inconfondibili colori della sua pelle, nera a macchie ovali nella zona degli occhi e bianca sulla pancia, è un mammifero carnivoro.
  • Orice: gazzella africana molto robusta e con due lunghe corna dritte.
  • Oritteropo: mammifero lungo 2 m circa che abita nel Centro e Sud Africa, sembra un tapiro con le orecchie da coniglio. Va a caccia durante la notte.
  • Ornitorinco: particolare animale africano che vive nelle paludi e fa le uova, possiede il pelo morbido come quelle delle lontre, le zampe palmate e il becco come quello delle anatre per cercare crostacei e piccoli pesci nascosti sotto il suolo sassoso e la coda ricorda quella di un castoro. I maschi nascondono sotto la coda un pungiglione velenoso.
  • Orso: mammifero che vive nei boschi e ha molte specie in giro per il mondo e cambia nome a seconda del colore del pelo che ha.
  • Ostrica: grosso mollusco dalla forma ovale, alcune specie, quando inghiottiscono un sasso, lo trasformano in una perla.
  • Otarda: uccello che somiglia al cucciolo di uno struzzo ma sono grandi 1.30 cm, non volano e sono lenti nel muoversi.
  • Otaria: altro nome del leone marino. Foca dalla pelle marrone scura.
  • Otocione: specie di volpe dalle grandi orecchie rotonde e scure. Vive nelle zone desertiche dell’Africa.