Gironzolando in web vi sarà capitato qualche volta di incontrare nomi bislacchi di cose e talvolta anche di animali. Ecco, oggi andiamo a conoscere gli animali che iniziano per lettera o.

Animali con la O: i piú sconosciuti

Iniziamo come al solito la nostra carrellata dai meno conosciuti di animali con la o e deliniamone le caratteristiche. Iniziamo dall’orbettino che fa parte della famiglia dei rettili siccome si tratta di una specie di lucertola,etimologicamente “Anguis fragilis“, è una particolare lucertola che viene spesso scambiata per un serpente a causa del suo aspetto fisico. Questo rettile, oltre a non avere le zampe puó essere lungo oltre 50 cm. La sua dieta é composta da piccoli insetti, lumache, vermi e lombrichi che caccia solitamente dopo il tramonto, poichè trascorre gran parte della giornata nascosto in buche nel terreno, sotto qualche sasso ben mimetizzato. Proseguiamo con un uccello enorme ma sconosciuto quale, l’otarda, il più grande tra tutti gli uccelli terrestri europei e uno tra i più grandi volatili del mondo. La femmina è molto più minuta del maschio. Si tratta di un uccellp gregario che non assume particolari atteggiamenti, piuttosto si muove in gruppi di una ventina di elementi. L’otocione, invece é una specie di volpe originaria della savana africana. É chiamato anche ” volpe dalle orecchie da pipistrello“.E’ più piccola rispetto ad una volpe comune poiché misura solo 55 centimetri e pesa dai 3 ai 5 chili. É un animale che predilige un ambiente sabbioso, ed é originario dell’ Africa. Concluso questo breve excursus tra gli animali sconosciuti che iniziano con la lettera O, immergiamoci in quelli piú conosciuti.

Animali che iniziano per o: i piú conosciuti

Di seguito troverete una breve lista che contiene i nomi a voi familiari degli animali che iniziano per o con qualche particolare caratteristica ove ci sarà bisogno di descriverla:

  • Ornitorinco, si trova nei fiumi dell’Australia é un mammifero, che nutre i suoi figli con latte mammario;
  • Orso, questo animale ha vari tipi di sottocategorie se possiamo cosí definirle, l’orso polare per esempio tipico dei mari del nord, e l’orso bruno, tipico di foreste e boschi fitti;
  • Oca, simil volatile, conosciuto che non ha bisogno di descrizioni, a parte l’evidenza di una particolare specie detta “oca guardiana” che territorialmente fa la guardia ad un posto come il miglior cane da guardia;
  • Orca, il cui nome latino Orcinus può essere tradotto con “Demone proveniente dall’inferno”, è un gigantesco mammifero della famiglia dei Delfinidi. Fondamentalmente innocuo, solo molto grande.
  • Opossum, é un mammifero marsupiale della famiglia dei Didelfidi e ne sono presenti in natura almeno 75 diverse specie delle quali le più comuni sono l’Opossum comune e l’Opossum della Virginia;
  • Orata, è un tipo di pesce osseo. E’ allevato dall’uomo per la sua carne e ricercato anche nella pesca sportiva, è un pesce pacifico che si trova in acque salate, è spesso nel campo alimentare  preferito alla spigola, per la sua carne soda, rispetto alla spigola.

Alla conclusione di questa “lezione” di zoologia sintetica, possiamo appurare che il mondo degli animali é vario e variopinto, ed é bello cosí com’ é.