Trattando la categoria “animali” ci siamo chiesti, esisterà una specie per ogni lettera dell’alfabeto? Ebbene si, in questo articolo vediamo quelli che iniziano con la lettera q!

Animali con la Q: i principali in Italia

Iniziamo con una veloce carrellata italiana di animali con la q e con le loro caratteristiche. La quaglia, per esempio , è un piccolo Galliforme della famiglia dei Phasianidae. In lunghezza totale essa raggiunge a malapena i 18 cm con un apertura alare che oscilla tra i 32 ed i 35 cm, il  colore predominante del piumaggio dei maschi è il bruno con evidenti striature bianche nella regione addominale, giallo tendente al ruggine, idem sui fianchi e  invece toni tendenti al nero, sul capo. Nelle femmine la colorazione, o meglio, la distribuzione dei vari colori, è pressoché uguale ma con toni molto più sbiaditi, più chiari ed eleganti del resto, colori sinuosi.  E’ un animale che sostanzialmente si trova in diverse regioni d’Europa, fatta eccezione per quelle estremamente settentrionali, e buona parte dell’Asia centrale. La migrazione di questi piccoli pennuti interessa un periodo preciso dell’anno, cioè da novembre ad agosto e la destinazione degli spostamenti di massa sono le regioni calde dell’Africa. La specie in questione,  preferisce sostare presso pianure ampie e fertili e possibilmente lontano da corsi d’acqua. Per quanto riguarda razze di particolare rilevanza o animali in genere con la q, in Italia non ci sono particolari esempi, quindi passiamo al resto dell’Europa o non.

Il resto del mondo: animali con la q e le loro caratteristiche

Per quanto riguarda invece gli animali europei se così possiamo definirli, abbiamo una lista leggermente più lunga, per esempio:

  • il Quagga è una sottospecie di zebra estintasi sul finire dell’ottocento, ma ricreata attraverso una serie  di incroci ed esperimenti selettivi della specie, se la analizziamo come aspetto il quagga a differenza delle sue parenti strettissime, quali le zebre, aveva o meglio ha, le strisce nere solamente nella parte anteriore del corpo, differentemente dalle zebre, per il resto sono molto simili ed è difficile distinguerle, per quanto riguarda il loro habitat è certamente caldo ed è il Sud Africa, si sono estinte nel lontano ‘800, l’ultima specie morì nel 1883;
  • Il Quoll bronzeo è un marsupiale carnivoro facente parte della famiglia dei Dasyuridae nasce e trova le sue origini nella  Nuova Guinea. Questo dolcissimo esemplare di marsupiale è lungo circa 50 cm, il suo colore oscilla tra il bronzo ed il marroncino chiaro, con piccole macchie bianche sul resto del corpo, mentre invece coda e zampe sono nere,è una specie attiva perlo più di notte, il suo unico habitat è rappresentato da foreste o savane e della sua razza è l’unico a risiedere in Nuova Guinea. Va in giro di notte soprattutto per cacciare e con il passare degli anni si è riscontrato sia goloso di galline che vada direttamente nei pollai ad ucciderle, vive circa 3 anni e il primo quoll fu avvistato nel 1970; suo stretto parente è il  quoll settentrionale è l’esemplare più piccolo della sua specie, presenta dimorfismo sessuale, perchè la femmina è più piccola del maschio ed è dunque facilmente riconoscibile, l’aspetto è simile  a quello di un piccolo topo, è ghiotto di lucertole, insetti vari ma anche di frutta, vive in Australia e predilige zone rocciose colme di eucalipti.

Per concludere, conoscevate già tutti gli animali con la q? io oggi ne ho imparati un sacco!