Gli animali che vivono nella savana africana sono quelli più conosciuti e i più preferiti dai bambini.

È bello seguire con loro i documentari insieme a loro e assimilare insieme molte informazioni, e anche scoprire che differenze ci sono tipo tra un ghepardo e leopardo dato che si somigliano parecchio.

Anche se le temperature sono molto alte, questi esseri viventi riescono a vivere insieme ai loro predatori e le prede molte volte riescono a fuggire ai pericoli.

Vediamo quali sono, dove si trovano e anche qualche curiosità che è legata alla loro terra.

Quali sono?

I principali animali presenti nelle savane africane sono:

  • il leone: chiamato anche re della savana, è il felino con la criniera quando è maschio, le femmine invece hanno il pelo chiaro e sono abili cacciatrici in gruppo.
  • l’elefante: uno dei più grandi e grossi animali che vivono sulla terra ferma, possiede una proboscide che lo aiuta a bere e a mangiare perché grazie ad essa porta tutto alla bocca.
  • la gazzella: un erbivoro simile a un cervo ma con corpo più esile, corna meno alte ma velocissimo nella corsa.
  • il rinoceronte: grosso animale, ma più basso dell’elefante, ha una corporatura molto robusta e possiede due corni allineati sul muso, uno più grosso e robusto davanti, l’altro più piccolo dietro.
  • il ghepardo: felino dal pelo chiaro e a macchie nere a pois, è molto esile e nello stesso tempo robusto, perfetto per cacciare correndo, infatti è l’animale più veloce al mondo.
  • il leopardo: felino dal pelo chiaro e a macchie circolari, quando riesce a catturare una preda si rifugia sopra gli alberi così il suo cibo non è alla portata di nessun’altro tranne che a lui.
  • il camaleonte: animaletto che riesce a cambiare colore della pelle in base all’ambiente in cui si trova, è molto abile a nascondersi e si nutre di insetti.
  • l’ippopotamo: grosso e robusto animale che vive per di più in acqua data la sua pelle che si secca facilmente al sole, può sembrare un animale pacifico ma quando qualcuno entra nel suo territorio può diventare molto minaccioso.
  • la giraffa: animale dalla pelle a macchie e dal lungo collo, con cui riesce a raggiungere i rami più alti degli alberi per nutrirsi.
  • il bufalo: specie di bovino selvatico molto robusto, possiede due grandi e resistenti corna che usano per di più per difendersi dai predatori.
  • la zebra: piccolo equino, lo si riconosce dalle strisce nere e bianche che ha su tutto il corpo.
  • il coccodrillo: uno dei più grandi e pericolosi rettili, si nasconde sotto la superficie dell’acqua e cattura gli animali sorprendendoli mentre bevono.
  • il gerenuk: altra tipologia di antilope che ha il collo molto più lungo delle altre sue specie.
  • il cobra: serpente molto velenoso e pericoloso, ha la capacità di allargare le membrane che ha ai due lati della testa per sembrare più grande e pericoloso.
  • lo gnu: bovino più esile, ha le corna meno resistenti ma non per questo inutili durante la difesa dai predatori.
  • il mamba: serpente dal colore verde acceso, infatti si nasconde molto bene sugli alberi, è molto velenoso e il veleno è molto potente.
  • lo struzzo: grosso uccello dalle zampe lunghe, collo lungo, ali dalle belle e grandi piume, non è capace di volare ma può correre molto veloce.
  • il serval:  è il gattopardo africano, dalle medie dimensioni.
  • il caracal: è il puma africano, ha il manto color sabbia e le orecchie nere.
  • il bucorvus: specie di gallo dal becco lungo e leggermente curvo, piumaggio completamente nero tranne la parte intorno agli occhi e sul collo che è rosso.
  • il marabù: grande uccello dalle zampe posteriori lunghe e dal becco grosso e resistente.
  • il martin pescatore: uccello piccolo tranne il becco che è lungo ed esile, si nutre di pesci che cattura tuffandosi in acqua.-
  • il bufaga: specie di piccoli uccelli che hanno il piumaggio marroncino e il becco di tre colori differenti, dalla punta è rosso, poi si sfuma in un arancione acceso e infine giallo.
  • la gru corona grigia: specie di uccello dalle zampe posteriori lunghe, in testa ha un piumaggio davvero particolare, sembra infatti una corona.
  • il falco africano: rapace che si trova solo in Africa.
  • il gufo reale: uno dei più grandi e bellissimi rapaci che si trovano in Africa. Dorme il giorno e va a caccia di notte.
  • il mellivora: altro nome che si dà al tasso del miele.
  • il facocero: suino dal robusto e minaccioso aspetto perché possiede quattro corna ai lati del muso, ed è più propenso ad attaccare che a scappare.
  • il suricato: specie di mangusta selvatica che vive in gruppi abbastanza numerosi, stanno per la maggior parte del tempo su due zampe per controllare l’ambiente circostante.
  • il toporagno: specie di topo molto piccolo.
  • mangusta: l’unico mammifero che riesce a cacciare i serpenti.
  • il babbuino: scimmia dalle medie dimensioni.
  • l’avvoltoio: rapace dalla testa calva e con un a specie di collare di pelo sul collo, riesce a volare e si nutre di carcasse che trova o nel deserto o che hanno lasciato altri animali.
  • l’okapi: equino dallo strano mantello, è il parente più vicino alla giraffa anche se è più somigliante alla zebra.
  • il bonobo: un primate ritenuto tra i più intelligenti.
  • il mandrillo: specie di scimmia dal viso molto colorato.
  • lo sciacallo: specie di cane selvatico che si nutre di carcasse.
  • la iena: mammifero che ha un verso molto strano, sembra infatti che ride, si nutre di carcasse.
  • le formiche Dorylus: esemplari di formiche dal colore nero che attaccano in gruppo in caso di grande minaccia.
  • il licaone: cane selvatico dalle orecchie grandi e circolari, quando non cacciano si nutrono di carcasse.
  • la tarantola: uno dei più grossi e pericolosi aracnidi che si trovano in Africa, ha il corpo ricoperto di peli che se si sente minacciato più usare come arma, dato che sono velenosi e urticanti. Se invece si sente tranquillo può essere anche tenuto in mano.

Dove vivono?

La maggior parte di questi animali vivono vicino alle fonti d’acqua per potersi abbeverare, in caso si secca possono percorrere molti chilometri di distanza, se si tratta di erbivori devono stare anche attenti nei punti in cui l’erba è molto alta, possono sempre nascondersi dei predatori.

Le scimmie vivono per di più sugli alberi che sono sempre carichi di frutta.

Un animale che non si vede mai in pianura perché ha trovato un maggiore riparo sulle montagne è invece il gorilla, scimmia grossa, robusta e molto aggressiva se si sente minacciata.

Gli avvoltoi si trovano nei pressi del deserto perché lì trovano la maggior parte del loro nutrimento.

Curiosità

Attorno a questi animali sono stati creati molte storie e anche molti motti africani.
Dato che l’Africa è divisa in regioni, quasi ognuna ha come simbolo uno di questi animali:
– l’Algeria ha il fennec,
– il Congo ha l’okapi,
– l’Egitto ha l’aquila della steppa,
– l’Etiopia ha il leone,
– l’isola Mauritius ha il dodo;
– la Ruanda ha il leopardo;
– la Somalia ha il leopardo,
– il Sudafrica ne ha ben 3, lo sprinbok, la gru del paradiso e il galjoen,
– la Tanzania ha la giraffa.