Per evitare gli incidenti stradali, soprattutto in caso di forte velocità tra le macchine in strada, il codice della strada ha emesso severe regole per quanti riguarda la velocità e limiti che ognuno deve rispettare a seconda di quale strada guida.

Il centro urbano è diversissimo dalle strade strade extraurbane, dal nulla possono comparire persone, animali, anziani e bambini, anche solo per attraversare la strada e, se qualcuno passa a forte velocità rischia di fare male a qualcuno.

Vediamo nel dettaglio di cosa parla esattamente l’art. 141 del codice della strada

Di cosa parla?

Questo articolo è scritto pure nel libro di scuola guida sotto il capitolo della velocità in strada, in poche parole spiega che la velocità bisogna essere regolata dal conducente quando usa motocicli e autovetture in strada entro i limiti di esse e rispettando anche gli altri soggetti in caso di traffico, evitando così pericoli e rischi per le persone.

Il conducente deve avere il pieno controllo dell’autoveicolo anche in caso di manovre di parcheggio o di sorpasso se, e quando è possibile, in caso di visibilità limitata deve sempre ricordarsi le luci e di essere attenti anche agli altri, all’arrivo delle persone e alla segnaletica stradale che è possibile vederla grazie ai pannelli retro luminescenti.

Soprattutto deve saper rispettare le precedenze, non deve gareggiare, non essere d’intralcio se guida ad una velocità ridotta, anche sotto il limite massimo di velocità, se nota che qualcuno lo vuole sorpassare aiutarlo spostandosi più a destra sulla carreggiata, dato che in Italia si sorpassa da sinistra.

Chiunque non rispetta queste regole incorre a multe che possono partire dai 46 fino agli 84 €, dipende da quanti decimi si supera la velocità massima, chiunque poi causa un grave incidente e non presta soccorso può essere arrestato per omissione di soccorso e non solo pagare una multa, essere giudicato da un giudice e anche riscattare i familiari della vittima o la vittima stessa.

Quali linee guide fornisce?

Per ricordarsi meglio i limiti di velocità per auto, moto e per le macchine con tanto di carrello appendice, ecco i limiti che bisogna rispettare, e soprattutto in quale strada, anche se la segnaletica stradale aiuta molto a rispettare e a regolare l’andamento della macchina o moto:

  • 50 km/h nei centri abitati (strade urbane);
  • 90 km/h nelle strade extraurbane secondarie;
  • 110 km/h nelle strade extraurbane principali;
  • 130 km/h nelle autostrade.

Altre categorie di veicoli come trattori, caravan, macchine agricole, autotreni, roulotte,… i limiti da rispettare sono i seguenti:

  • 40 km/h per le macchine agricole e operatrici;
  • 45 km/h per i ciclomotori;
  • 80 km/h  per i quadricicli a motore;
  • 70 km/h per autotreniautovetture con rimorchiroulottecaravan su strade extraurbane (principali e secondarie);
  • 80 km/h per le autovetture con rimorchiautotrenicaravan e roulotte su autostrada.

Inoltre bisogna stare attenti anche al clima, in caso di pioggia, alluvioni, nebbia e neve, sulle autostrade da 130 km/h si scende a 110 km/h massimo, sulle strade principali, in caso di visibilità ridotta (inferiore ai 100 m) i limiti temporanei imposti possono essere di 50 kh/h sulle strade extraurbane principali e anche in autostrada.