Chiariamo esattamente quali sono le cattive informazioni che ci sono per quanto riguarda la cervicale e la connessione di pressione alta. Non è che chi soffra di pressione alta abbia poi dolori alla cervicale o anche alla base del collo.

Questo è un falso mito che nasce semplicemente dal fattore che la pressione alta tende a otturare le vene del cranio e del cervello. Tuttavia ci sono delle situazioni che possono unire le due problematiche.

Intanto ci teniamo a sottolineare e anche a garantire agli utenti che soffrono di pressione alta, che non è detto che ci siano dei problemi nel lungo termine. Ovviamente si deve avere sempre una buona attenzione alla pressione e di conseguenza anche avere una cura che sia utile ad aiutare la circolazione sanguigna.

Connessione solo in caso di traumi

Nei tanti casi che sono stati studiati e anche com’è stato evidenziato da diversi studi medici, la pressione alta peggiora la cervicale solo quando ci sono stati dei danni o traumi alla base del collo.

Un colpo di frusta eccessivamente grave, un incidente stradale dove si è sbattuta la schiena, commozioni cerebrali e anche postura scorretta, provocano delle lesioni alla base del collo. Qui passano le vene principali che, per coloro che soffrono di pressione alta, tendono a dare ulteriori problemi e fastidi.

Dunque da questi elementi è possibile avere poi un peggioramento per la cervicale. Solo in questi casi è palese che la pressione alta porta delle conseguenze nei tessuti molli e nei tessuti muscolari.

Come capire se la pressione alta ci porta ad avere la cervicale dolorante

Come possiamo capire se effettivamente c’è questa lesione o anche questa connessione? Intanto è sempre bene avere un dispositivo per controllare la pressione. Questo consente di avere sempre dei parametri di guida e anche una serie di attenzioni alla propria salute.

In secondo luogo è importante che ci sia un’attenzione alla cervicale. Quando si hanno dei primi dolori, meglio controllare la pressione e quindi vedere se è alta. Utilizzare dei farmaci per il controllo della pressione aiuta a diminuire questi malesseri.

Intervenire con dei massaggi

Oltre all’intervento farmacologico per la pressione, ci si deve occupare poi della cervicale, ma come fare? In primo luogo è possibile intervenire con delle trazioni cervicali, ma non solo. I massaggi sono ottimali perché aiutano ad avere un supporto alla circolazione sanguigna e linfatico.

Non solo i massaggi consentono di avere una ginnastica passiva che va a garantire anche un aumento delle temperature muscolari che eliminano le lesioni o anche dei dolori ai tessuti cervicali.