Un’apertura della partita iva, indica che ci devono essere delle sigle e dei codici da usare per la classificazione del commercio. Ogni settore di vendita di beni o servizi, ha un codice ateco obbligatorio.

Esso è composto da una serie di numeri e punti che permettono una giusta classificazione che viene identificata in poco tempo. Vediamo che ogni settore ne ha uno.

Il commercio ha subito anche tante variazioni. Non c’è più bisogno di un unico luogo fisico perché troviamo l’e-commerce, cioè la vendita tramite internet.

In questi ultimi mesi, il codice ateco per il commercio elettronico è stato quello più richiesto. Qual è? Il numero è 47.91.10.

Per la richiesta di una partita è importante il giusto codice identificativo

Da notare che alcune volte, in alcune situazioni e per iter burocratici, si deve trascrivere il codice ateco.

Per il commercio elettrico il codice in questione è: 47.91.10. La dicitura esatta è: commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet.

Senza avere questo tipo di codice, diventa difficile che si possa poi richiedere una partita iva e non si può assolutamente fare la vendita. Potete poi trovare il giusto codice anche direttamente nel sito dell’Agenzia delle Entrate.

A cosa serve esattamente il Codice ateco

Il codice ateco per il commercio elettronico funziona in modo molto semplice. Il numero 47.91.10 è studiato per avere una classificazione di categoria, settore di vendita e anche classificazione. Questo consente agli enti di controlli di fare le dovute ispezioni.

La richiesta è obbligatoria per legge anche perché senza questo codice diventa impossibile poi avere la partita iva.

Per le aziende e gli imprenditori che hanno già una partita iva, ma vogliono intraprendere un commercio elettronico, allora è possibile fare un’aggiunta. La partita iva non viene cambiata, ma si ha comunque anche questo codice ateco.

Per avere informazioni mirati potete rivolgervi o al vostro commercialista oppure anche al sito dell’Agenzia delle Entrate.

Commercio elettronico, aumento delle richieste

Il commercio elettronico è aumentato dopo il lockdown. Questo perché si ha la possibilità di farsi conoscere in una platea molto maggiore di utenti. Sicuramente è utile per quanto riguarda proprio le attività che hanno una buona quantità di merci o di servizi da vendere.

Internet permette quindi di avere un nuovo introito di guadagni, per questo è importante valutare quali sono le nuove proposte di questo mondo. Ovviamente andando poi a operare in modo da avere tutto legale.