Negli anni la prevenzione ha fatto passi da gigante per la scoperta di forme tumorali e per le disfunzioni ormonali che si hanno nelle donne. Purtroppo il gentil sesso è quello che subisce un maggiore attacco da cellule che si deformano e diventano tumori, a causa di un problema dato proprio dalla diminuzione della produzione ormonale.

Oggi uno dei metodi per la prevenzione del tumore all’utero è quello che avviene con la Colorazione papanicolaou. Cos’è questo tipo di test e come si effettua? Ma soprattutto come mai c’è una colorazione delle cellule che consentono di avere una risposta a dei dubbi che sono su situazioni tumorali?

Cos’è la colorazione papanicolaou

Per sintetizzare il significato della Colorazione papanicolaou, possiamo dire che essa è una colorazione tricromica che si usa in ambito di citologia diagnostica. Tramite determinati elementi si riesce ad avere una colorazione delle cellule che consentono dunque di capire se si ha a che fare con una forma tumorale.

In modo particolare la Colorazione papanicolaou si concentra direttamente nel Pap-test al collo dell’utero.

Le cellule interne all’utero hanno una loro maturazione e spesso alterazioni che evidenziano poi eventuali infezioni virali e batteriche che sono la predisposizione alle forme cancerogene. Il suo nome, cioè Colorazione papanicolaou nasce dal suo scopritore, cioè George Papanicolaou.

A cosa serve il Pap-test

Come già anticipato il Pap-test è importantissimo per le donne, specialmente quando si superano i 45 anni. Prima di quest’età è possibile avere delle problematiche di infezioni di vario genere che devono far scattare un campanello di allarme ed essere un indizio per richiedere tale esame per valutare la causa scatenante delle infezioni.

Purtroppo spesso si trascura o sottovalutano le infezioni che possono essere perfino delle semplici infezioni. Questo ci porta ad avere poi delle conseguenze piuttosto gravi perché esse possono indicare una qualche forma tumorale, magari benigna, ma che si deve controllare.

Grazie alla Colorazione papanicolaou si identificano immediatamente quelle cellule che sono “aggressive”. Naturalmente il Pap-test viene eseguito solo in laboratori specializzati o presso dei medici che sono in grado di avere risultati in breve tempo.

Come si effettua

Vediamo come si esegue la Colorazione papanicolaou. Una volta eseguito il Pap-test si usano degli elementi che consentono di avere un chiarimento sulle colorazioni delle cellule.

Il primo colore importante è quello che arancio che indica la cheratina ed essa arriva perfino ad un giallo brillante. La seconda miscelazione avviene con eosina e verde luce. Da queste colorazioni si identificano le cellule che hanno una forma anomala.