Avete appena programmato un trasloco e vi state preoccupando che tutto vada per il verso giusto? Probabilmente, in tal senso, la soluzione migliore è quella di affidarsi a una società di trasloco Roma, che possa occuparsi di tutta la parte più impegnativa, lasciandovi dunque solamente una parte minoritaria delle incombenze, quelle meno faticose.

Ma cosa fare appena si conclude il trasloco? Come poter rispondere alle esigenze di sistemazione che sorgono nel momento in cui si chiude la porta?

Naturalmente, ci auguriamo che il trasloco dei mobili avvenga in un unico pezzo, anche se è probabile che in realtà alcuni altri, come il vostro letto, siano probabilmente smontati. Per quanto ovvio, se avete stipulato un apposito contratto con la società di trasloco, gli stessi esperti si occuperanno anche del rimontaggio dei mobili ma… se non ci avete pensato, dovrete armarvi di cacciavite e di creatività.

Se in particolar modo vi accorgete di non ricordare come rimettere le cose insieme e il manuale non è disponibile online, potete spesso ricevere istruzioni utili direttamente dal produttore semplicemente facendo una rapida telefonata. Se l’e-mail non è un’opzione per loro e la posta ordinaria richiede troppo tempo, spesso è possibile convincere l’azienda a inviare via fax le istruzioni. Una rapida ricerca su Google vi permetterà peraltro di disporre di diverse prove gratuite di 30 giorni per i servizi fax che potete utilizzare per ottenere le istruzioni del caso, salvo poi ricordarsi di annullare le iscrizioni non appena avrete avuto ciò di cui necessitate.

Ora, se i vostri mobili non erano polverosi o sporchi quando li avete fatti caricare sul camion della ditta di trasloco, probabilmente… lo sono ora! Prima di usarli, pertanto, abbiate cura di ripulirli, spolverando a fondo i vari componenti, e assicurandovi così che non ci sia sporcizia prima di iniziare a utilizzare i mobili.

Ricordate anche che è molto facile ingombrare la propria casa quando si disimballa, perché avrete roba ovunque da gestire! Il tutto è reso ancor più complesso dalla necessità di muoversi continuamente tra i vari ambienti alla ricerca “disperata” di un ordine. Se ce la fate, cercate prima di tutto di riempire gli armadi, anche in maniera temporaneo. In questo modo riuscirete a contenere il disordine lontano e vi lascerà più spazio per disfare le cose importanti.

Infine, quando avrete finito, avrete documenti, scatole e altri oggetti rimasti di cui occuparsi. Liberarsi delle scatole può essere facile: potete gettarli negli appositi contenitori per il riciclo, oppure potete mettere qualche annuncio su internet per poter andare incontro a persone che, come voi, stanno affrontando il trasloco.

Rammentate comunque che in questa situazione il vostro migliore consulente è sicuramente la società che si occuperà del trasloco. Spesso molti servizi aggiuntivi sono a pagamento, me le integrazioni sono così economiche e convenienti che potrebbe realmente valerne la pena. Cercate pertanto di concordare un servizio trasparente con la ditta, e siamo certi che riuscirete a godere di un trasloco molto più sereno e molto più confortevole!