I delfini sono considerati da tutti i mammiferi più intelligenti che si trovano nel mondo acquatico, appartengono alla famiglia dei cetacei come le balene, le orche, i narvali e i beluga perché, oltre a portare in grembo il proprio cucciolo come ogni mammifero, per respirare usano lo sfiatatoio che è posto sulla testa.

Per queste due caratteristiche principali si differenziano dai pesci, anche se vivono nello stesso ambiente e sono a stretto contatto gli uni con gli altri.

Grazie agli studi su questi animali è nato anche un particolare tipo di tuffo che ne imita il movimento che loro fanno di continuo.

Dato che questo animale è considerato intelligente, si sono scoperti che alcuni di loro si sono adattati anche all’acqua dolce dei fiumi e al cibo che si trova in quel contesto naturale.

Delfini di mare

I delfini di mare sono tanti e di diverse razze:

  • Delfino comune: è un delfino che somiglia a una piccola orca solo per i colori della sua pelle: grigio scuro e ha delle macchie ovali sul dorso vicino agli occhi e sul ventre, per potersi mimetizzare sia in luoghi con molta e poca luce.
  • Globicefalo: questa specie di delfino invece somiglia molto a una balena di aspetto e colore, solo che è più piccolo.
  • Grambo: delfino che somiglia sempre a una balena, il colore del suo corpo però è particolare, è grigio ma col passare dell’età compaiono delle strane graffiature bianche come se fossero cicatrici di vari combattimenti, invece il ventre è bianco.
  • Orca: cugini dei delfini, è un animale aggressivo e carnivoro di foche, pinguini e anche di altri delfini. Sono particolarmente grossi, forti e tenaci, per raggiungere una preda possono anche arrivare fino alla riva, hanno il corpo nero tranne che per delle macchie ovali vicino agli occhi e il ventre bianchi.
  • Pseudorca: cetaceo che somiglia a un orca perché è carnivora ma di aspetto più piccolo, robusto e il colore della pelle è completamente nera.
  • Stenella striata: delfino più diffuso nei mari e oceani, la palle ha due graduazioni di grigio che è tendente al blu, più scuro sopra e più chiaro sul ventre e sulle pinne. Compie balzi in acqua molto spettacolari grazie alla forza e al suo corpo ben affusolato e perfetto.
  • Steno: anche questo è tra i più comuni che si trovano nei mari e oceani, il colore del corpo è sul grigio e il becco del muso è più lungo rispetto agli altri che non ce l’hanno proprio.
  • Tursiope: è la razza che viene in mente a tutti quando dicono la parola “delfino”. Di colore grigio perla, viene anche chiamato “delfino dal naso a bottiglia” per la forma del muso.

Delfini di fiume

I delfini si sono adattati pure all’habitat dell’acqua dolce e sono anche cambiati fisicamente:

  • Inia: o delfino del rio delle Amazzoni, è di colore rosa e ha il becco affusolato e la pinna è in posizione più bassa rispetto a quelli dei delfini di mare.
  • Lipote: o delfino del fiume Yangtze in Cina, di colore grigio, ha la stessa corporatura dell’Inia.
  • Platanista: o delfino del fiume Gange, ha la stessa corporatura fisica dei delfini di fiume, di colore grigio ed è cieco, si muove grazie all’ecolocazione che emette per studiare il territorio, anche per comunicare con gli altri.
  • Pontoporia: delfino piccolo dal becco ancora più stretto e di colore grigio.
  • Orcella: non ha il becco e ha il muso come quello di una piccola balena, e si può trovare anche in piccoli tratti di mare.