La Lenorus cardiaca è una pianta di piccole dimensioni, che ha origini asiatiche ed è molto diffusa nel nord Italia. Il sono nome ha origini antiche legate alla convinzione che questa piccola piante potesse essere in grado di rilasciare possibili effetti benefici sul cuore.

Le foglie raccolte perdono la loro efficacia, per cui è meglio utilizzare formulazioni come tintura madre oppure integratori a base di estratto di Leonora. Andiamo a vedere quali sono le principali peculiarità della pianta, quali proprietà possiede l’estratto di Leonora, e che tipo di controindicazioni può avere.

Caratteristiche della pianta

Della pianta di Leonora si utilizzano foglie e fiori, ricche di proprietà che sembrano essere in grado di rilasciare possibili effetti benefici sul nostro organismo. Fiori e foglie vengono utilizzate per la preparazione di estratti come tintura madre, compresse o infusi. Le sue possibili proprietà benefiche sembrano essere in grado di agire sul cuore e sulla circolazione del sangue, aiutando così anche a ridurre la pressione arteriosa, la frequenza e a favorire l’apertura dei vasi sanguigni.

In fitoterapia, la pianta viene utilizzata come coadiuvante alle cure tradizionali, per aiutare a contrastare disturbi come: ipertensione, palpitazioni e tachicardia. Può svolgere una possibile azione sedativa, utile per coloro che soffrono di insonnia, attacchi di panico e ansia. L’efficacia di questa pianta può aumentare se utilizzata in concomitanza ad altre piante dalle simili proprietà come il meliloto e il biancospino. Ottimo rimedio naturale, può aiutare a lenire i disturbi della menopausa. 

Proprietà e possibili effetti benefici

L’estratto di Leonora viene molto utilizzato in fitoterapia per le sue proprietà che sembrano essere in grado di apportare notevoli benefici al nostro organismo, in particolare al cuore. Per questo motivo, viene spesso utilizzato come ingrediente di integratori naturali, da associare alle terapie farmacologiche prescritte dal medico ed a una corretta alimentazione iposodica o ipocalorica. In particolare:

  • può aiutare a svolgere una possibile azione sedativa per il corpo;
  • può essere ipotensivo;
  • può aiutare a dilatare i vasi sanguigni;
  • può aiutare a calmare la tachicardia.

I principali effetti benefici possono interessare:

  • il cuore: in quanto, l’utilizzo dell’estratto di Leonora può essere un valido aiuto per la dilatazione dei vasi sanguigni, per la riduzione della pressione e del battito cardiaco. Viene consigliato anche per aiutare a contrastare tachicardia e ipertensione;
  • l’ansia: i suoi possibili effetti calmanti possono agire sul sistema nervoso, apportando anche benefici in presenza di nervosismo e ansia, e quando si soffre di insonnia;
  • il ciclo mestruale: viene utilizzato per fare ritardare il ciclo mestruale e sua assunzione è spesso consigliata in caso di amenorrea o di mestruazioni dolorose. Una regolare assunzione sotto forma di tintura madre o di impacchi sull’addome, su consiglio medico, possono aiutare a contrastare i crampi mestruali;
  • la diuresi: può avere possibili effetti diuretici e benefici sui reni;
  • la fame: il suo sapore amaro può essere utile per favorire i processi digestivi. Poche gocce assunte prima di iniziare un pasto possono essere utili per coloro che perdono l’appetito a causa dell’ansia o di stati nervosi;
  • la menopausa: in quanto può aiutare a combattere la sintomatologia.

Modalità di utilizzo

L’utilizzo dell’estratto di Leonora, per la preparazione di tisane o degli impacchi, è indicato per tutte le proprietà che contiene la pianta. Si presenta con un odore molto forte non sempre gradito e un gusto amaro. In cucina, si possono utilizzare i fiori secchi o freschi per insaporire zuppe di legumi, e lenticchie. In alcune regioni:

  • i fiori: sono usati per la produzione di tè e birra;
  • i semi: per preparare colliri, secchi e tritati per la preparazione di decotti. 

In fitoterapia, l’estratto di Leonora è uno degli ingredienti contenuti all’interno di integratori alimentari, da utilizzare come coadiuvanti di regimi alimentari iposodici, consigliati dagli esperti a tutti coloro che soffrono di ipertensione. Molti esperti suggeriscono infatti, l’utilizzo di detonic, un innovativo integratore alimentare in polvere, che sta riscuotendo un grande successo commerciale tra gli acquirenti per la qualità degli ingredienti contenuti nella sua formulazione interna, tra cui proprio l’estratto di Leonora.

Il prodotto è acquistabile sul sito ufficiale dell’azienda produttrice, collegandosi sul sito detonic.net e disponibile in commercio, in una pratica confezione contenente un barattolo con chiusura salva freschezza con all’interno 50g di preparato in polvere. Per l’utilizzo di questo integratore si consiglia di chiedere sempre un parere al proprio medico, e di intenderlo come coadiuvante del proprio percorso alimentare, di eventuali terapie farmacologiche prescritte, all’interno di uno stile di vita sano e praticando regolare attività fisica.

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

L’estratto di Leonora non sembra avere particolari controindicazioni ma tuttavia si possono manifestare possibili effetti collaterali in coloro che sono particolarmente sensibili o allergici al principio attivo. Per questo motivo, è consigliabile leggere attentamente la lista degli ingredienti contenuti negli integratori a base di estratto di Leonora.

Assunto in dosi eccessive può provocare: dissenteria, irritazioni dello stomaco, sanguinamenti dell’utero. Si sconsiglia l’utilizzo in gravidanza, durante l’allattamento e se si stanno assumendo farmaci cardioattivi e ipo-tensivanti. In presenza di uno dei sintomi sopracitati, consultare tempestivamente il medico.