Canonicamente i nuotatori e le nuotatrici vengono considerati gli atleti con il fisico più completo e meglio formato. andiamo a scoprire come si ottiene un fisico che faccia invidia allo stesso Magnini.

Come ottenere un fisico armonioso da nuotatore

Sembra scontato partire dalla disciplina di riferimento: il nuoto. E’ indubbiamente vero che questa disciplina ha la particolarità di allenare tutto il corpo in modo omogeneo, migliorando la postura di chi lo pratica e agevolando lo sviluppo dei fisici dei più giovani, ma basterà “fare qualche vasca” per ottenere ciò che si cerca?

Prima di tutto bisogna sapere ciò che si vuole. Ogni stile di nuoto allena muscoli diversi e quindi, si ottengono fisici diversi:

  • Stile libero: lo stile libero è quello più diffuso e il più conosciuto tra tutti. chi sceglie di affacciarsi al nuoto tramite questo stile in particolare allenerà particolarmente: bicipiti, pettorali esterni ed interni, spalle, bicipiti, polpacci e avambracci.
  • Stile farfalla: nello stile farfalla il corpo si muove sinuosamente come un pesce e da li viene anche il soprannome di “stile delfino“. questo stile permetterà a chi lo pratica di allenare prettamente la parte frontale del proprio corpo, a partire dai muscoli delle mani, passando per tutta la fascia addominale, fino a terminare ai muscoli dei piedi.
  • Dorso: nuotare a dorso, come prevedibile, svilupperà principalmente tricipiti, dorsali e bicipiti femorali, facilitando lo sviluppo in larghezza delle scapole.
  • Rana: il movimento simile a questo piccolo anfibio è consigliato per chi vuole concentrarsi maggiormente sullo sviluppo della parte inferiore del proprio corpo. Dedicarsi a questo particolare stile vi consentirà di avere quadricipiti e polpacci altamente sviluppati, a causa della forza propulsore che le gambe hanno, proprio come una rana.

Oltre alla pratica di questo sport è indicata un’alimentazione che aiuti ad ottenere risultati più velocemente; ecco alcuni consigli:

  • Assumere proteine, per velocizzare lo sviluppo muscolare
  • Mangiare frutta secca (non troppa) prima di andare a letto per evitare di perdere massa muscolare durante il sonno
  • Assumere potassio ( le banane ne sono ricche) prima di cominciare l’allenamento per poter dare il massimo prevenendo eventuali crampi.

L’Aspetto del nuotatore

cosa aspettarsi dopo aver praticato nuoto per tanto tempo?

  • Se praticato sin da piccoli, il nuoto aiuta lo sviluppo dell’altezza di chi lo pratica ( non a caso la maggior parte dei nuotatori professionisti sfiorano o superano i 190 cm)
  • Il costante utilizzo delle braccia e dei dorsali porta ad un forte sviluppo delle spalle e lo sforzo addominale brucia il grasso sulla vita assicurando, nella maggior parte dei casi, il tipico visico a “V“.
  • Essendo uno sport a corpo libero, i nuotatori sviluppano la così detta “forza esplosiva” ovvero quel genere di forza che da grande flessibilità, velocità e reattività in ogni movimento del corpo.
  • L’uso continuativo delle gambe porta infine uno sviluppo pronunciato dei quadricipiti e ad un consumo di massa grassa sull’interno coscia (zona critica difficilissima da allenare praticando altri sport).

Insomma; il nuoto merita la sua fama di sport completo ed è una delle poche pratiche che premia chi lo pratica a prescindere dalla propria costituzione.