Forex: il futuro dell’euro (intervista)

forexMomenti difficili quelli che sta vivendo l’Europa e l’euro in generale. In questo periodo, oltre a dover fare i conti con i gravi problemi relativi alla Grecia (a proposito… pensavate che era tutto risolto vero? Invece non è affatto così…) l’eurozona deve anche prendere atto di una crisi che è sempre più globale.

Se a questo aggiungiamo che l’euro non è più considerata una moneta forte in grado di difendere gli stati membri, il quadro si fa alquanto complesso e preoccupante. A questo proposito abbiamo chiesto qualche informazione in più a chi di euro, e di forex in generale, se ne intende.

Grazie alla disponibilità della redazione di miglioriforexbroker.com abbiamo potuto fare una piacevole chiacchierata sul futuro del forex e in particolare su cosa dobbiamo aspettarci sull’euro.

Grazie per la disponibilità. La crisi della Grecia sembra non essere più un problema (per i media), per l’euro si prospetta, quindi un periodo di calma?

La Grecia è tutt’altro che un problema risolto. C’è ancora molto da fare e non credo che basteranno questi 80 miliardi a meno che non si decida per un corposo taglio del debito (cosa improbabile). I media, purtroppo, hanno la capacità di dirottare l’interesse del pubblico a loro piacimento.

Parliamo di euro. Cosa ci dobbiamo aspettare nei prossimi mesi?

Molta debolezza. Attualmente viaggia intorno a 1,10-1,11 dollari ma la tendenza è sempre ribassista. Bisognerà vedere gli sviluppi della crisi cinese per capire come si evolverà lo scenario internazionale. Ma al momento la moneta unica sembra aver perso, totalmente, quell’appeal che aveva anche solo qualche anno fa.

In che modo la Cina può influenzare lo scenario finanziario europeo? 

L’industria cinese è in stallo, d’altronde l’economia del paese del sol levante i basa sull’esportazione e se gli altri paesi non comprano son dolori. Inoltre c’è da aggiungere che quando ci si mette di mezzo la speculazione finanziaria non si scherza. Nel complesso direi che si prospettano mesi molto difficili, forse ancor più di quelli che sono stati i mesi della grande crisi. Molto dipenderà dalle decisioni che varranno prese a livello di banche centrali. Il mercato del forex sarà il campo di battaglia dello scontro. Insomma chi fa trading sul forex farebbe bene a scegliersi un buon broker e a fare attenzione a dove e come investe i propri soldi!

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi