La Garcinia di Cambogia è anche conosciuta con il nome di “Tamarindo Malabar”, una pianta famosa per la produzione di legname, il cui estratto viene utilizzato come coadiuvante di regimi alimentari ipocalorici e come ingrediente di numerose formulazioni naturali e integratori alimentari.

Ad oggi infatti, è impiegata come ingrediente di integratori alimentari da assumere in concomitanza a terapie farmacologiche per la lotte del sovrappeso e dell’obesità. Pur trattandosi di formulazioni naturali è sempre opportuno chiedere consiglio a un esperto, e utilizzare i prodotti come supporto a un corretto regime alimentare, a una regolare attività fisica. Andiamo a vedere quali sono le principali proprietà di questa pianta e che tipo di controindicazioni può avere.

Caratteristiche della pianta

La Garcinia di Cambogia è una pianta originaria del sud-est asiatico ma la sua coltivazione è praticata anche nelle Filippine, in Cambogia e in Vietnam. I frutti somigliano a delle piccole zucche gialle che all’interno possiedono la stessa consistenza simile alla polpa degli agrumi.

Proprietà e possibili effetti benefici

L’attività principale della Garcinia Cambogia è quella di potere aiutare a diminuire l’assimilazione dei grassi, grazie all’acido idrossicitrico contenuto nella buccia del frutto. La sostanza viene estratta tramite un processo di essiccazione ed è una polvere sottile di colore bianco, la cui chiarezza dipende molto dalla purezza della sostanza. Il frutto oltre a indurre un possibile senso di sazietà, può:

  • aiutare ad aumentare il rilascio della serotonina, ovvero l’ormone della felicità;
  • aiutare a favorire la normalizzazione dei livelli del cortisolo, l’ormone dello stress;
  • aiutare a favorire la regolazione dei livelli di colesterolo e trigliceridi;
  • apportare possibili benefici all’apparato cardiovascolare, ai livelli di glucosio nel sangue, all’attività intestinale, ai processi urinari, epatici e all’apparato genitale femminile.

Il frutto è considerato anche un buon digestivo e può aiutare ad aumentare la produzione della bile.

La Garcinia di Cambogia può aiutare a dimagrire?

La Garcinia di Cambogia viene utilizzata soprattutto per le sue presunte proprietà che sembrano essere in grado di favorire la perdita dei chili in eccesso. La sua buccia viene utilizzata come ingrediente per preparare integratori che possono essere utili per aiutare a favorire la perdita di peso grazie all‘acido idrossicidrico, che può aiutare a favorire il metabolismo dei grassi aumentando anche il senso di sazietà.

Sicuramente la Garcinia di Cambogia da sola non può fare dimagrire se non viene associata a una dieta ipocalorica e a una regolare attività motoria. Quando si soffre di sovrappeso la prima cosa da fare è quella di rivolgersi a un esperto nutrizionista e dietologo, sottoponendosi a tutti i controlli per scongiurare la presenza di ulteriori problematiche. Una volta effettuata la diagnosi, il medico vi guiderà nella realizzazione di un piano alimentare personalizzato a cui potere associare anche l’assunzione di integratori alimentari naturali.

Molti di questi prodotti, presenti in commercio contengono al loro interno una serie di ingredienti naturali tra cui la Garcinia Cambogia, che può avere dei possibili effetti benefici sul metabolismo e sull’organismo in generale. L’utilizzo di questi prodotti, come Slim4Vit, va inteso come supporto a una corretta alimentazione, all’interno di uno stile di vita sano ed equilibrato, dove si pratica della costante attività fisica.

Ovviamente non si tratta di prodotti miracolosi, ma di prodotti che vanno assunti chiedendo sempre il parere di un medico e intesi come supporti alla tua alimentazione e non come sostituti a quanto ti viene prescritto dal medico.

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

La Garcinia di Cambogia può essere assunta sotto forma di integratore alimentare seguendo la posologia riportata sulle confezioni dei prodotti o in alternativa consultando i siti ufficiali dell’aziende produttrici. I dosaggi non devono mai essere superiori a quelli consentiti per evitare di incorrere in possibili controindicazioni. L’assunzione di integratori a base di Garcinia di Cambogia è sconsigliata in gravidanza e durante l’allattamento, e a tutti coloro che sono allergici o intolleranti al principio attivo.

La pianta può avere una possibile azione ipoglicemizzante e in alcuni casi ipertensiva, per cui è controindicata a diabetici e soggetti ipertesi. Tra i possibili effetti collaterali si possono presentare vomito, nausea, spossatezza, vertigini e problemi gastrici. In presenza di uno di questi sintomi è bene rivolgersi al proprio medico curante. Evita assunzioni fai da te e sovradosaggi.