Molti materiali possono somigliare, ed essere scambiati, per altri minerali. Questo è assolutamente normale perché se non siamo a conoscenza delle varie leghe di metalli ma ci si basa solo sul colore che ha un oggetto, anche la pesantezza o l’odore possono varie volte aiutare.

Esistono poi dei minerali trasparenti che somigliano molto al vetro e da un effetto davvero fantastico e particolare. In questo documento oggi parleremo proprio di questo, vedremo il nome specifico che si usa in questi casi e come riconoscerlo.

Di cosa si tratta?

Lo ialino è una parola che la si usa semplicemente per dare un significato a un qualcosa che sia un materiale, un minerale e un oggetto che è trasparente come il vetro, quando un qualcosa è vitreo, ma senza essere completamente trasparente, e senza essere proprio vetro.

In natura si possono trovare molti elementi con in cui si può vedere attraverso come l’acqua, il vapore, anche delle lastre sottili di ghiaccio e delle sostanze resinose e molto chiare che possono venire dagli alberi o da alcune pianta con qualche foglia particolare tipo l’aloe.

Che sia liquida o solida lo stesso ricorda il vetro, materiale inventato dal genere umano che è sempre presente sotto forma di finestre, bottiglie o anche altri oggetti e che si usa tutti i giorni, la sola differenza è che non è proprio lucida come il vetro ma è leggermente opaco, a volte ricorda un pezzo di ghiaccio, grazie a questo è molto usato in bigiotteria e anche per fare oggetti di casa come lampadari e altre decorazioni.

Caratteristiche

Usato come pezzo di minerale è possibile plasmarlo e modellarlo dopo che è uscito dal forno come il vetro, non c’è la presenza di sostanze cristalline e quando si raffredda si notano una serie si sfumature e parti proprio bianche che danno alla pietra un aspetto particolare come un pezzo di ghiaccio che non si scioglie mai.

In natura questo materiale si può trovare nelle rocce effusive, chiamate anche vulcaniche, che una volta fuori dalla crosta terrestre si raffreddano e diventano proprio pietre, con la luce del sole appare lucida, solo una volta ben lavorata è possibile creare vari oggetti che vengono usati per l’uso domestico e anche per bellezza della casa, per creare in modo scenografico il materiale per qualche museo dedicato a pietre e minerali importanti.

Gli oggetti con questa sostanza almeno sono più resistenti del vetro, se cadono per terra non si rompono perché sono molto resistenti.