Avete mai sentito parlare di bevande probiotiche? Quelle usate in palestra dai fissati del fitness? Ecco proprio loro. Allora scopriamo un modo più naturale e meno invasivo di prepararle in casa, e chissà che inizino anche a piacerci.

Kefir : come è fatto e come si prepara?

Iniziamo con lo spiegare che cos’è e di cosa si tratta nello specifico.Il kefir d’acqua è una bevanda molto dissetante, una bevanda ricca di fermenti probiotici, originaria del Caucaso. Inoltre etimologicamenete la parola viene da keif, nella lingua armena significa benessere.La sua preparazione e anche la sua nascita, proviene da una leggenda legata a Maometto. Il profeta donò i primi grani di kefir agli avi dei montanari caucasici, che per questa ragione lo chiamarono “il miglio del profeta”. Sono le diverse modalità di fermentazione, che decidono del sapore del  kefir, che  può essere un po’ frizzante e lievemente alcolico, per un piccolo contenuto di CO2 e di alcool derivanti dai processi fermentativi dei lieviti.Iniziamo con il dire che quello tradizionale è di latte e viene così preparato: latte fresco (di pecora, capra o mucca) e i fermenti, che a differenza che per gli altri latti fermentati e per lo yogurt non sono persi nel latte, ma diventano granuli biancastri, i quali sono composti da un polisaccaride chiamato kefiran, prodotto dai lieviti, esso forma una gelatina al cui interno sono ospitate colonie sia di batteri che di lieviti, a dirla così fa un po’ impressione, non posso negarlo ma trarrete numerosi benefici fisici se ne farete uso.

Kefir d’acqua: ricetta ed ingredienti principali

Il kefir d’acqua ha le stesse proprietà del kefir di latte,ma risulta più dissetante e leggera, di seguito la ricetta tradizionale, così potrete provare a farlo a casa vostra:

2 l d’acqua
3 fichi secchi o l’equivalente di altra frutta essiccata
4 o 5 cucchiai di zucchero di canna integrale
1 limone biologico
granuli di kefir (che potrete comprare su un e-commerce fornito ed importante).

Il procedimento risulta essere basilare e molto semplice e veloce: “sciogliere lo zucchero nell’acqua, aggiungere la frutta essiccata precedentemente sciacquata, il limone tagliato a metà e riporre il barattolo, chiuso , in un ambiente con una temperatura stabile intorno ai 20°C. Lasciar riposare per tre giorni, mescolando ogni dodici ore. A questo punto filtrare il liquido e riporlo, imbottigliato, in frigorifero. Bere entro tre giorni.”

Rimanere in salute naturalmente: con il kefir si può

I benefici di questa bevanda, sono certamente diversi e legati alla flora batterica del nostro organismo. Il primo beneficio è di tipo depurativo, difatti è molto consigliato da nutrizionisti e dietologi che consigliano ai propri pazienti diete disintossicanti a base di ortaggi, verdura e zero proteine, per un piccolo periodo di tempo che va dai 5 ai 7 giorni. Ha , poi, un effetto di rilassamento della psiche, dimenticando stress, e lasciando che la mente si riposi il tempo necessario per ricominciare da capo. E’ una bevanda adatta anche ai vegetariani siccome contiene solo ingredienti primordiali.

In conclusione, non ci sono particolari controindicazioni, ma è bene sempre consumare con la giusta parsimonia tutto. Provate  a farlo e fateci sapere come vi è sembrato!