Le auto, per circolare e anche per rispettare la legge per la tutela degli utenti, deve possedere una polizza assicurativa. Queste sono obbligatorie perché esse garantiscono, in caso di problemi, come incidenti o investimenti di terze persone, di avere un risarcimento.

C’è da dire che però la polizza auto ha una spesa che inizia proprio con un problema che riguarda i costi. Quando un neo patentato compra la sua prima auto, rischia di pagare una classe di merito base, dove, in base alla città in cui vive, potrà arrivare e superare anche i 1.000 euro all’anno.

In alcune città la situazione è anche più costosa dei 1.000 euro, ma questo non consente di avere poi nuovi acquisti delle auto. Per questo, nel 2007, è stata introdotta la Legge Bersani.

Questa consente di poter prendere una classe di merito che è dei genitori. Ad esempio, se la mamma o il papà di un ragazzo neo patentato, sono in classe A, il figlio può ereditare la classe di merito.

Tuttavia sono state apportate delle modifiche alla legge Bersani nello scorso 2020.

Come funziona la Legge Bersani 2020

Cos’è successo alla Legge Bersani? Sono state effettuate delle modifiche che hanno spaventato tanti consumatori. In realtà sono state eseguite delle migliorie.

Infatti, dal 16 febbraio 2020, oltre a “ereditare” la classe di merito della polizza auto di un genitore, è possibile anche maturarla su un altro veicolo senza toglierla ad un genitore. Infatti, quando si matura una classe di merito, la si può spostare su un altro veicolo di un familiare convivente.

Non solo, è possibile anche avere un attestato di rischio che matura se non si sono avuti incidenti negli ultimi 5 anni. Questo abbassa ulteriormente la spesa della polizza annuale.

Chi la può sfruttare?

Usufruire della Legge Bersani può avvenire solo in determinate circostanze. I consumatori che la possono usare devono essere dei familiari conviventi come padre, madre, fratelli e sorelle.

Se si vive con zii o cugini, è possibile comunque avere la loro classe di merito. Tuttavia è sempre preferibile rivolgersi alla propria assicurazione per avere la certezza di questo spostamento di classe di merito.

La legge Bersani decade prima o poi?

Le domande frequenti sulla Legge Bersani è quella di sapere se poi essa decade. In realtà non decade. Una volta che un utente riesce ad avere la classe di merito, dopo qualche anno diventa di sua “proprietà”.

In caso però il familiare convivente, entro un anno, si trasferisce potrebbero nascere dei problemi che sono poi risolvibili rivolgendovi alla vostra compagnia di polizza assicurativa.