Un nuovo “attrezzo” ginnico che effettivamente sta diventando sempre più apprezzato dai consumatori finali, è l’elettrostimolatore.

I dubbi sono molti, anche perché ci sono diversi modelli. Alcuni di essi sono realmente efficace. Altri invece sono delle imitazioni scadenti che gettano ombra su questo nuovo metodo per tenersi allenati. Infatti è proprio a causa dei tanti modelli dai dubbi risultati che ci sono molte informazioni contrastanti.

L’elettrostimolazione è un processo naturale che avviene nel nostro corpo. I muscoli e le fibre muscolari, per riuscire a muoversi, sono comandati attraverso gli impulsi decisi dal cervello. Questi impulsi si tramutano in minuscole scosse elettriche, che permettono la contrazione e il rilassamento.

L’attività fisica permette di allenare le fasce muscolari che possediamo nel corpo, aumentando proprio gli impulsi elettrici.

Su questo meccanismo naturale, si sono poi sviluppati i dispositivi degli elettrostimolatori. Ecco perché l’elettrostimolazione funziona realmente sui muscoli.

Miti da sfatare, come dimagrire

L’elettrostimolazione ha dei pro e dei contro, ma ci sono anche dei miti da sfatare.

Su internet si legge che grazie all’elettrostimolazione si dimagrisce, non è del tutto vero. Questo è anche uno dei motivi per cui tante persone si lamentano dell’inefficacia di questo metodo di “allenamento”.

Per riuscire a perdere peso si deve unire una buona alimentazione, ad almeno 30 minuti di passeggiata. Questo permette di diminuire la presenza di grasso. Quando si iniziano a perdere i chili di grasso “cattivo”, per intenderci quello che è morbido, è possibile usare poi l’allenamento a base di elettrostimolazione.

Infatti, solo così si riesce ad avere una serie di benefici mirati poi al dimagrimento. Se invece si hanno 8 chili in più rispetto al peso ideale, diventa difficile che l’elettrostimolazione abbia effetti dimagranti.

Abbiamo decido di sfatare questo mito per aiutare i consumatori.

L’elettrostimolazione permette di attivare tutti i muscoli

Uno dei modelli che hanno dati dei risultati efficaci di elettrostimolazione, è il modello della linea xPower.

Per entrare nel dettaglio, in modo da capire esattamente come funziona una elettrostimolazione, si parla di minuscoli elettrodi che aderiscono alla fascia muscolare. Ci sono dei modelli che fi applicano con delle fasce ed altre che invece hanno degli adesivi.

Questo permette agli elettrodi di concentrarsi direttamente su un muscolo o su una fascia muscolare per attivarli, muoverli in modo passivo e allenarli.

Uno dei benefici che si celano dietro l’uso dell’elettrostimolatore xPower è quello di riuscire ad allenare attivamente anche la muscolatura che spesso è passiva. Sembra impossibile che nel corpo ci siano delle parti che non si muovono, ma è così.

Negli addominali, ad esempio, si parla di una fascia addominale alta e laterale. Parti anatomiche che si muovono ad ogni passo e dove esistono anche degli esercizi ginnici specifici. Mentre nella parte bassa, quella collegata all’inguine, la situazione è diversa. Questa fascia muscolare, di collegamento, si allena in modo passivo ed è quella che ingrassa continuamente.

Tramite l’elettrostimolatore xPower si allena anche questa parte addominale avendo a disposizione un fisico scolpito.

Sostituire un allenamento completo

L’elettrostimolazione offre un allenamento completo, totale con muscoli attivi e passivi scolpiti e definiti.

Infatti, un elettrostimolatore permette di essere posizionato in diverse parti del corpo, non solo addome, ma anche glutei, cosce, braccia e schiena.

Un total body completo. I vantaggi di usare un elettrostimolatore? Si può:

  • Usare comodamente a casa
  • Può essere un supplemento di allenamento aggiuntivo
  • Non obbliga a fatiche immani
  • Si risparmiano le spese della palestra
  • Massima igiene

Sicuramente è un dispositivo che effettivamente conviene e che, usato nei giusti modi, porta ad avere dei benefici sul corpo che sono assolutamente perfetti.