Leggero, versatile e più economico di una moto, il monopattino elettrico rappresenta un mezzo di trasporto unico nel suo genere e consente anche di non inquinare. I modelli di monopattino sono svariati e si distinguono per potenza, dimensione e persino forma ma sempre nell’ambito della sicurezza per l’utente e, soprattutto, nel rispetto dell’omologazione: si tratta di una peculiarità imprescindibile non solo per il rispetto delle norme vigenti, ma anche perché ciò consente di potersi muovere su strada.

Inoltre, secondo i consigli di Monopattinoelettrico.Online, l’ottimo portale che fornisce una panoramica davvero competa su questi comodi mezzi, il rapporto qualità-prezzo può essere anche molto interessante.

La potenza e la velocità

Con un monopattino elettrico non si possono, in genere, superare i 30 chilometri orari. In pratica, è come se l’utente potesse correre costantemente stando comodamente in piedi su una pedana: ovviamente, a velocità inferiori si può comunque coprire una certa distanza e ci si può regolare a seconda che si debba raggiungere il luogo di lavoro rapidamente o si desideri solo fare una passeggiata.

Proprio per supportare l’eventuale necessità si raggiungere la velocità maggiore, il wattaggio più alto consentito dalla legge è pari a 500, pur se esistono versioni meno scattanti a 250 o 300 watt. Anche in questo caso, sarà il tipo di uso che s’intende farne a determinare l’orientamento su una versione piuttosto che su un’altra. Va anche considerato che le batterie al litio, per quanto evolute ed efficienti possano essere, hanno durata inferiore se si “spinge” il monopattino alla massima velocità.

Altre caratteristiche vantaggiose dei monopattini elettrici

Il peso di un monopattino ne consente il trasporto agevole e inficia anche sulla governabilità: un modello da 11 chili, realizzato con i migliori materiali può supportare un peso pari a 120 Kg ma esistono anche modelli che arrivano a circa 20 chili che possono trasmettere una sensazione di maggiore stabilità. Certo è, che gli ultraleggeri possono anche essere pieghevoli e occupano meno spazio sia in casa, sia in auto, qualora si desideri trasportarli altrove per utilizzarli.

Caratteristica importante sarà scegliere monopattini sempre dotati di luci al LED, sia anteriori che posteriori, per potersi muovere in sicurezza anche nelle ore serali o in condizioni di scarsa visibilità. Le ruote migliori hanno un sistema di ammortizzamento integrato che consente fluidità nel movimento senza scossoni, mentre la frenata potrà essere sia manuale che elettrica, con comandi posti sul manubrio morbidamente rivestito in gomma per una migliore presa.

Infine, i modelli migliori hanno anche schermi LCD ove impostare le funzioni in maniera facile e intuitiva. Le batterie ai polimeri di litio, di solito, presentano una durata maggiore rispetto a quelle agli ioni di litio, con autonomia fino a oltre 60 chilometri e tempi di ricarica massimi di 6 ore.

Altre tipologie di monopattino elettrico

Il classico monopattino elettrico ha una pedana su cui salire e un manubrio completo di comandi per appoggiarsi e direzionare il mezzo. ma esistono anche i più essenziali monoruota, ove posizionarsi dovendo però mantenere costantemente l’equilibrio: i sistemi di bilanciamento, comunque, consentono di muoversi in sicurezza anche su questa peculiare versione.

Al lato opposto del monoruota, vi sono invece i dispositivi a ben 3 ruote che s’inseriscono piuttosto nella categoria dei tricicli elettrici, molto apprezzati soprattutto dalle persone più anziane e da chi abbia necessità meno dinamiche.

Una via di mezzo molto interessante, poi, sono i monopattini elettrici con le 2 ruote più grandi della norma che risultano quasi simili a una bici senza pedali, con un design davvero unico adatto anche ai giovanissimi.

Infine, per quanto concerne il telaio, si va dai classici colori neutri come il nero e il grigio, a toni più accesi e persino fluo per chi voglia accontentare i bambini o possieda una personalità più estrosa.