In Italia, ormai, sembra sempre più difficile che un impiegato dal reddito medio possa permettersi di comprare una casa. Per chi lavora part-time, poi, è fuori discussione. Ma quanti stipendi servirebbero, effettivamente, per comprare una casa di 110 mq in una zona semicentrale della città?

Le città più care

I prezzi della case, possono variare a seconda della città. La più cara, come prevedibile, è Roma, in cui una casa può costare fino a dieci anni di stipendio, seguita da Milano e Firenze. Tra le dieci città più care, seguono, nel seguente ordine: Napoli, Bologna, Torino, Bari, Verona, Genova e Palermo.

Se si cerca casa, in base all’ecosistema urbano pulito, le più care sono sicuramente Parma, Cuneo e Ravenna, dove una casa o altri immobili si possono acquistare a più di 1180 euro per metro quadrato. Ne seguono Ascoli Piceno, Foggia, Belluno, Pordenone, Macerata, Oristano e Gorizia.

Chi, invece, vuole acquistare una casa di fronte al mare, una delle più care è sicuramente Crotone: un appartamento di sessanta metri quadrati, situato sul lungomare, ad esempio, può costare 95,000 euro. A seguito, ci sono altre città sulle coste a sud dell’Italia, comprese alcune città della Sicilia e della Sardegna.

Quanti stipendi effettivi occorrono per comprare casa in Italia?

La risposta a questa domanda sarebbe: troppi. Nel 2006, il Cresme (Centro Ricerche Economiche Sociali di Mercato per l’Edilizia e il territorio), stabilì che una casa di proprietà, di 110 metri quadri, in una zona semicentrale, poteva costare da 21,4 a 9,3 anni di stipendio, ed il prezzo si è notevolmente alzato dal 1965, in cui il massimo era dai nove ai tre anni di buste paga.

Il numero di stipendi, ovviamente, dipende anche dal reddito. Con un reddito basso, di circa 18,300 euro all’anno, poteva essere necessari ventuno anni e quattro mesi di buste paga, mentre chi aveva un reddito medio (34,600 euro l’anno) poteva sperare di farcela in undici anni e tre mesi di stipendio. Con un reddito medio-alto, ovvero sui 42,300 euro, ci si poteva riuscire con lo stipendio di nove anni e tre mesi. Il numero di buste paga, tuttavia, poteva dimezzare con una casa di novanta metri quadri.

Negli ultimi anni, la situazione non sembra essere migliorata, e le città di Roma e Milano sono sempre le più care, seguiti da città come Venezia, Napoli e Siena. In queste città, la media di affitto per poter acquistare una casa si aggira sempre sui venti e venticinque anni.