Predire il futuro è un’arte magica antichissima. Nonostante i tempi siano cambiati, la magia la si percepisce ogni giorno attorno a noi.

Perché non parlare con il nostro destino? Abbiamo dei mezzi per farlo, quindi usiamole. Le Sibille, conosciute come le carte chiacchierine, sono quelle che danno risposte chiare poiché parlano per voce di un oracolo.

Iniziamo con il dire che ci sono delle regole da rispettare. Prima di tutto si devono usare le Sibille solo quando si hanno dei problemi e ci sono domande chiare. La magia non ama essere disturbata per problemi che non sono tali.

In secondo luogo, le carte della Sibille vogliono essere rispettate. Si ripongono in un panno bianco per eliminare le negative esterne e vogliono essere consultate alla luce di una candela.

Un po’ di storia del fascino delle sibille

Le carte delle Sibille hanno origini molto lontane. Esse sono la voce del Dio Apollo che regala dei responsi per il futuro, ma con parole a interpretazione. Un mistero che è studiato ancora oggi. Un mix tra chiaroveggenza e divinazione.

La leggenda vuole che la Sibilla fosse una fanciulla bellissima, desiderata dal Dio Apollo. Quest’ultimo gli regalo il dono della chiaroveggenza per poter avere in cambio una notte d’amore. Tuttavia, la Sibilla, una volta che ebbe questo dono, vide che Apollo, che gli giurava amore eterno, l’avrebbe abbandonata l’indomani.

Cosi non volle concedersi e il Dio la punì.

Da dove giunge la voce della Sibilla?

A questo punto, il Dio, preso in giro da una mortale, la inseguì per mari e monti fino a condannarla a rimanere muta e a vivere da sola. La fanciulla impazzita per l’isolamento, decise di gettarsi dal dirupo di Delfi.

Il Dio Apollo pentito, deciso che la sua voce fosse udita da chiunque volesse parlare con la Sibilla.

Da qui nasce la sua leggenda e i suoi tarocchi.

Come si interpretano

Il mazzo di carte delle Sibille è composto da 52 carte, con figure e parole che devono essere poi interpretate in base alla domanda e alla scelta.

Le carte si mischiano. Colui o colei che fa la domanda, deve poi scegliere un massimo di 8 carte e poi interpretarle in riferimento a quello che si è chiesto.

Diamo degli indizi in modo sommario indicando il significato dei semi che ci sono sulle carte. I fiori indicano sempre elementi positivi, risposte affermative. Il seme di Cuori indica amore contraccambiato, affetti ed emozioni. I Quadri ci parlano si interessi economici, affari e lavoro. Le Picche sono rapportate a intelligenza e coraggio, ma anche difficoltà all’orizzonte.

Questi sono i significati al dritto, ma peggiorano, diventando il contrario, quando le carte sono rovesciate.