I sinonimi e i contrari sono quei termini che sono diversi quando si pronunciano, ma hanno significati similari. Gli esempi da fare sono molti, come: uguale e simile, tetro e Buio, perfetto e completo, asciugare e seccare.

Insomma sono realmente infiniti, ma a questo punto è bene comprendere cosa sia la sinonimia, da cui derivano le espressioni sinonimiche e infine il sinonimo.

Per quale motivo esiste la sinonimia? Pensiamo a quali sono i tanti dialetti che contraddistinguono le regioni in Italia. Già da qui si hanno dei sinonimi che non sono perfettamente corretti nella lingua italiana, ma che hanno comunque un significato chiaro. Esse si distinguono anche per diversi settori lavorativi o anche azioni quotidiane.

Usiamo un semplice esempio. La frase: lavare gli indumenti. Si può anche dire: lavare i “panni”. Un modo dialettico che è comunque una splendida sinonimia.

Altro esempio può essere: Ho l’hobby del giardinaggio. Si trasforma in: ho l’hobby della floricoltura.

Quali sono le differenze? Le parole sono diverse, ma entrambe indicano e fanno ben capire quello che stiamo facendo.

Esempi semplici per capire la sinonimia

La sinonimia è anche indispensabile per intensificare alcune azioni, reazioni, emozioni e sensazioni.

Infatti la lingua italiana è ricchissima di termini che possono diventare più “forti” modificando anche il timbro della voce. La bellezza è proprio questa dell’Italia e delle lingue latine.

C’è anche una differenza tra quando parliamo e quando scriviamo. Anche qui vogliamo fare degli esempi che permettono di chiarire quale sia l’importanza della sinonimia e di studiare molti termini.

La frase: ti voglio bene! Leggerla scritta ha già un grande significato, ma quando viene gridata, cambiano il timbro di voce, indica anche passione. Per avere una sinonimia scritta si può dire: ti sono affezionato.

Uso della lingua italiana

L’arte oratoria è l’arte della sinonimia. Maggiori termini si comprendono, si conoscono e si studiano, e molto più facile sarà essere chiari nelle proprie frasi.

Le emozioni cambiano in base a parole simili nel significato, ma totalmente diverse nelle lettere. Amore e passione, sono totalmente diversi come termini, ma similari nel significato. Uno indica una sensazione dove rientra anche la passione, ma che comunque dichiara qualcosa di importante. La passione indica un’emozione forte, dove spesso rientra anche l’amore.

Per essere padroni dell’uso della lingua italiana, ecco che è importante conoscere la sinonimia.

Differenze per licenze poetiche

Molta importanza della sinonimia è data direttamente dall’arte poetica.

Le licenze poetiche interessano la descrizione delle emozioni che si trasmettono al lettore o a chi ascolta la recita della poesia.

La bellezza delle parole è importante. Il fascino va anche a essere molto intenso quando si usano termini similari, ma poetici. Ad esempio: triste e tetro. Sono belle, ma la seconda è intensa. Come anche usare: ardente e fulgore. Belle e intense in licenza poetica.