Negli impianti di combustione che abbiamo in casa, come la cucina, le caldaie o anche gli scaldabagni a gas, hanno bisogno di avere delle condutture che trasportano dei combustibili. Il passaggio del gas avviene con delle condutture che sono chiamati flessibili, ma che sono anche di un materiale adatto a:

  • Resistere all’elemento chimico
  • Reagire alle usure date di questo elemento
  • Avere un buon isolamento interno ed esterno
  • Essere ignifugo

Dunque non si deve mai commettere l’errore di cambiare o installare un tubo del gas da cucina in modo autonomo, se non si sa quello che si deve comprare. Infatti è necessario avere una buona attenzione alle qualità del tubo e anche ai connettori di collegamento.

Qualità migliori dei tubi gas da cucina

Un consiglio per quanto riguarda l’acquisto dei modelli di tubature da gas migliori, che hanno una classifica annuale, e che sono oltre 73. In questo 2021, vediamo che i migliori sono:

  • Aloise, con flessibile in acciaio inox
  • B&M, a norma EN 15266
  • ACQUAde, completo di kit di allaccio
  • Webmarketpoint

Elenchiamo queste 4 voci, poiché sono quelli che rispettano pienamente la normativa del riscaldamento e anche di isolamento, hanno avuto un “premio eccellenza” per la resistenza ignifuga e dei connettori.

Consigli per installare il tubo da gas

Il tubo del gas per la cucina, ha un allaccio interno, cioè nella struttura, e poi un collegamento al rubinetto del gas. In caso di usure è opportuno che ci sia sempre un supporto da parte di un tecnico installatore.

Tuttavia è importante che il consumatore sappia come sia formato il condotto del trasporto del gas. Questo anche perché lo potrebbe cambiare in caso di perdite, ma si rende conto anche di quali sono le perdite effettive che nascono nel corso degli anni.

Prima di tutto, per installare il tubo, si deve chiudere il rubinetto del gas. Il connettore presente nel tubo del gas, si avvita sino a bloccarlo nel “beccuccio” del rubinetto. Si deve poi fissare la fascia in modo da stringerla. Lo stesso deve accadete per il collegamento alla cucina. Poi si isola la connessione con del nastro idraulico.

Manutenzione e controlli periodici

Di media il controllo del tubo del gas deve avvenire ogni 4 anni da un tecnico installatore. Il controllo annuale potrà essere eseguito dal consumatore. In primo luogo controllate i connettori. Poi potete anche stendere del sapone e acqua sulla sua estensione, per vedere se si formano delle bolle che dichiarano una fuoriuscita di aria.

Per la manutenzione, essendo un tubo del gas da cucina, si deve mantenere pulito dal grasso che si sviluppa dai vapori degli alimenti cucinati.