Chiunque abbia un animale sa che il cibo consumato mensilmente è una buona quantità. Soprattutto poi se l’animale in questione è di grandi dimensioni, come ad esempio un grosso cane. La scelta migliore oggi disponibile in commercio è costituita dal cibo secco: si trovano nei negozi specializzati alimenti completi e sani, che hanno anche il vantaggio di poter essere conservati a lungo. A patto però di effettuare la conservazione in maniera corretta, a partire dalla scelta della confezione.

Conservare il cibo nella confezione originale

Questo è un buon modo per conservare il cibo per i nostri animali. Del resto le aziende che producono confezioni per il pet food seguono regole rigorose, che riguardano sia la conservazione igienica degli alimenti, sia le sollecitazioni subite dalla singola busta. Come ci spiegano sul sito https://www.celvil.it/buste-per-alimenti/buste-pet-food/, gli alimenti per animali sono inseriti in buste capienti e resistenti. Sono adatte a riparare l’alimento dagli agenti esterni, ma sono progettate considerando anche l’utilizzo che si farà quotidianamente della confezione. Il cibo secco per gli animali viene prelevato ogni giorno dal sacchetto, spesso poi le confezioni sono grandi e pesanti, ma devono essere movimentate in una certa frequenza. Per questo motivo si usano materiali cosiddetti poliaccoppiati; si tratta di film plastici costituiti da differenti strati di materiale. Il sacchetto deve essere robusto, resistente alla luce solare, protettivo e facile da maneggiare.

Conservare il sacchetto aperto

Il classico sacchetto di cibo secco è perfettamente in grado di conservare il contenuto quando è sigillato. In questa fase è comunque importante mantenere la confezione in un ambiente fresco e asciutto. L’aria calda, la luce solare diretta o l’umidità estrema possono infatti andare a rovinare il materiale del sacchetto, soprattutto se tali sollecitazioni si presentano a lungo. Chi ha un singolo animale ma preferisce comunque acquistare sacchetti di cibo molto grandi, anche di diversi chili, può valutare l’idea di spostare l’alimento in una apposita scatola, dopo l’apertura del sacchetto. In questo modo la luce e l’umidità eviteranno di intaccare il cibo. Sono disponibili in commercio dei sacchetti richiudibili, ad esempio muniti della classica zip a pressione. Per un utilizzo regolare sono perfetti, perché si richiudono alla perfezione. È importante anche ricordarsi di conservare la confezione di cibo, aperta o chiusa che sia, lontano dalla portata dell’animale, soprattutto se si tratta di un cane di dimensioni medie o grandi.

Conservare il cibo umido

Le cose cambiano enormemente quando si deve conservare del cibo umido. Quando le scatole sono ancora chiuse ci si deve attenere alla data di scadenza, proprio come avviene con gli alimenti per noi umani. È comunque bene tenere le scatolette in una zona lontana dalla luce solare diretta, in ambienti freschi e asciutti. Il calore prolungato infatti può incidere sulla conservazione degli alimenti, anche se in scatole sigillate. Dopo aver aperto la singola scatola, nel caso in cui l’animale non ne consumasse l’intero contenuto, è importante tenere il cibo al fresco, ad esempio in frigorifero. Copriamo la scatola, o la ciotola, con del film plastico, e spostiamola in frigo. Prima di riproporla all’animale ricordiamoci di riportarla a temperatura ambiente: pochi secondi in microonde possono essere più che sufficienti.