Il termine Link oggi è diventato di uso comune. Bene o mano lo usiamo nel quotidiano ed è diventato anche un elemento che si introduce continuamente nei nostri discorsi. In realtà sappiamo cosa sia realmente? Il mondo dell’informatica ha un linguaggio che realmente è universale. Non esistono modifiche in lingua madre, quindi la si definisce primo linguaggio globale. I termini usati sono pochi, questo sì, ma sempre più frequenti nelle discussioni quotidiane.

Il termine Link, in informatica indica un “collegamento” tra due parti, cioè il server e l’utente. Ogni volta che ci colleghiamo ad un sito, anche a livello informativo, troviamo un link nella barra in alto.

Ogni link ha un codice identificativo, che non viene e non può appartenere ad altri collegamenti. Ci interessa una notizia che vogliamo far leggere ad un amico? Basta copiare il link e inviarlo, tramite mail, al nostro amico. Quando esso ci clicca sopra, verrà immediatamente rimandato, dai motori di ricerca, sulla notizia che gli abbiamo inviato.

Da dove arriva il termine Link

Le parole hanno sempre una radice per essere formata, un concetto e un’idea che sia poi semplice da capire. Il termine link deriva dalla parola inglese collegamento ed effettivamente esso è un collegamento. Siccome i primi ideatori di programmi informatici, costruttori di computer e anche di programmi digitali, erano inglesi, ecco che è proprio da li che sono nate le parole digitali.

Non è certo stato facile riuscire però a trovare il giusto termine. L’idea era quella di accomunare una serie di elementi che fossero facili da capire ed anche veloci da assimilare. Il link indica “collegamento”, il collegamento che avviene tra più siti o utenti. Ogni pagina che apriamo su internet, viene identificato con un determinato numero e sigla. Il link lo riconosciamo semplicemente dall’inizio.

Ogni link parte da: https://. In seguito ci sono poi le famose www. Questo poi cambia in base a tutto quello che viene redatto, scritto, introdotto nella pagina.

A cosa servono

I link sono vitali. Senza di essi non è possibile avere un sito né tante nuove forme di lavoro, programmi e di informazioni. Diventa difficile spiegare chiaramente quale sia il suo significato. Sintetizziamo che si tratta di un punto di arrivo. Magari con un giusto esempio tutto diventa semplice.

Il mittente scrive una lettera, ma la lettera se non ha un indirizzo, dove la mandiamo? Se abbiamo internet, ma non abbiamo poi un sito dove andare, ma che ce ne facciamo? Questo è il link!

Link e ipertesti, che confusione

Sembra strano, ma nelle evoluzioni che interessano internet e l’informatica, ecco che troviamo poi le connessioni ipertestuali.

Spariamo a zero quale sia il significato del collegamento ipertestuale o ipertesto. Alla fine esso è un collegamento tra miliardi di pagine e di link che ci sono su internet. Essi permettono di velocizzare i metodi di ricerca, ma alla fine si tratta comunque di un metodo importantissimo. Il mondo ipertestuale e diverso dal link, ma comunque è senza uno non esiste l’altro.