Senza la vista difficilmente avremmo un rapporto facile con la realtà e l’ambiente che ci circonda, avremmo difficoltà a svolgere molti compiti che di solito sono semplici come camminare, leggere, guardare la tv,…

La vista ci da la sicurezza necessaria che davanti a noi non c’è alcuna minaccia, alcun pericolo, e che possiamo tranquillamente fare ciò che vogliamo fare, solo che per quanto è utile non è uguale a quella degli animali.

Loro infatti che vivono in ambienti diversi e selvaggi l’hanno sviluppata in modi altrettanto diversa da noi: vedono benissimo anche se la preda è molto distante, possono vedere in ambienti bui, durante la notte ma con il passare dell’età pure a loro possono venire alcuni disturbi alla vista come all’uomo.

Vediamo le malattie che colpiscono l’occhio che iniziano con la lettera N e la O.

Elenco completo e dettagliato

  • Neurite ottica: disturbo del nervo ottico che può venire per diversi fattori, non sempre può venire per un’infiammazione che si sviluppa all’interno dell’occhio ma anche per fatti esterni, e anche con il passare dell’età. Nei pazienti anziani, infatti, la si trova come neuropatia ottica ischemica in due modi differenti: arteritica e non ateritica, entrambe hanno in comune una perdite della visione improvvisa. I sintomi possono essere un comune mal di testa, dolore alla mandibola, al cuoio capelluto, e forti palpitazioni all’arteria temporale, i colori inizialmente possono apparire sbiaditi, la perdita veloce può essere grave oppure lieve e si notano delle alterazioni del campo visivo.
  • Neuropatia ottica ischemica anteriore:è il nome che si da quando si ha un infarto della testa nel nervo ottico a causa di un mancato apporto di sangue. La conseguenza dopo questo infarto è una perdita molto veloce nella vista nella parte centrale del campo visivo e anche nella parte inferiore o superiore. Dopo un accurato esame si può trovare un edema (= rigonfiamento dato dall’accumulo di liquido nella retina) nella pupilla ottica, che è spesso associato alle emorragie.
  • Nistagmo: movimento involontario degli occhi che può essere fisiologico e patologico. Esso è dovuto alla visione degli oggetti in movimento, mentre in quello patologico, il ciclo di movimento allontana l’oggetto che si vuole osservare facendolo uscire dal campo visivo causando molti e gravi problemi alla vista. Si può presentare con un movimento errato e una velocità diversa a seconda delle direzioni che può avvenire in fase lenta o rapida, oppure può essere pendolare, cioè in tutte le direzioni. Le cause possono essere molteplici come lesioni al sistema nervoso e può anche essere ereditaria.
  • Oncocerchiasi: disturbo della vista causata da un verme, provoca cecità perché questo va a intaccare la cornea e infiamma la parte interna dell’occhio, causa gravi danni alla retina. La conseguenza è una serie di danni alla retina a causa di cicatrici sul tessuto nervoso. Questo parassita è presente in molti fiumi africani e dell’america del sud, per questo il nome di questa malattia è anche chiamata “Cecità dei fiumi”, inoltre è molto contagiosa ed è la seconda malattia che può causare la cecità.