Angoli bui! Pareti nascoste dagli armadi che offrono un habitat perfetto per uno dei problemi più dannosi per la nostra salute, cioè muffa. Ogni casa deve cercare di avere sempre una buona areazione delle pareti per asciugare l’umidità e l’eventuale condensa interno. Gli ambienti domestici possono soffrire della comparsa della muffa proprio a causa del clima interno.

Le pareti che solitamente sono quelle più compromesse, sono le zone dove si trovano gli armadi. Essendo degli arredi di grandi dimensioni, coprono una grande porzione di parete. L’acqua che aleggia nell’aria umida, trova poi una parete fredda a cui attaccarsi. Una volta che l’intonaco si bagna, ecco che compare la muffa.

La muffa non è altro che una spora piena di batteri che si nutre dei Sali minerali che sono nell’intonaco e nel cemento. Tramite una buona umidità, una totale assenza di luce solare e una parete fredda, si crea il suo habitat ideale.

Odore di muffa e di umido

Come ci si rende conto di essere vittime di un attacco da muffa? Non si possono certo spostare tutti gli arredi e gli armadi in casa. Inoltre la muffa ha una rapida proliferazione e si ha un’invasione anche in pochi mesi.

Il metodo sicuro per rendersi conto della sua presenza è l’odoreLa muffa porta gravi conseguenze nel minare la salute. Si hanno dei problemi respiratori, attacchi di asma e capogiri. Le persone si ammalano facilmente e si ha sempre tosse pesante o raffreddori continui.

Difficile che non ci si renda conto dell’odore della muffa o del puzzo di umido. Ci si può abituare, questo sì, ma non in modo totale. Questo vuol dire che, per sapere quale sia l’armadio che nasconde la muffa, dovete solo affidarvi al vostro olfatto.

Togliere la muffa

Per togliere la muffa ci sono molti prodotti che permettono un intervento rapido e senza problemi. I migliori prodotti sono quelli a spruzzo. La soluzione viene applicata direttamente sulle macchie di muffa che sono alle pareti. Una volta che essa si scioglie si deve togliere l’eccesso con un panno umido e far arieggiare la stanza, anche per far asciugare la parete.

Per quanto riguarda l’armadio ormai macchiato dalla muffa, la situazione per togliere la muffa diventa complessa. Si deve eliminare ogni singola spora per impedire un nuovo ritorno o attacco alle pareti. Tuttavia, le spore che sono penetrate in profondità nelle fibre del legno, non si possono togliere definitivamente.

Il consiglio migliore è quello di sostituire la parte del retro dell’armadio. Una soluzione estrema che vi aiuta a mantenere un ambiente sano e quindi a non avere problemi di un secondo attacco della muffa.

Eliminare le macchie in modo definitivo

Desiderate eliminare le macchie di muffa dalle pareti e anche dall’armadio? Il metodo definitivo è quello di usare la candeggina “pura”. Questo “acido” chimico è altamente corrosivo per la muffa. Non si devono gettare secchiate di candeggina.

Il metodo di intervento è quello di bagnare la spugna con la candeggina e tamponare il retro dell’armadio in modo da far sciogliere ogni spora. Una volta che le spore si sciolgono si deve togliere l’eccesso con un panno asciutto. Lo stesso discorso vale per le pareti. La spugna imbevuta di candeggina, scioglierà e brucerà la muffa in modo profondo e vi dimenticherete del problema per sempre.