Che siano tartarughe d’acqua o di terra, grandi o piccoli, il corteggiamento e l’accoppiamento delle tartarughe è pressoché lo stesso. La cova e la nidificazione possono variare a seconda della specie. Ma come avviene tutto ciò?

Quando si accoppiano le tartarughe?

Una volta raggiunta la maturità sessuale, che può variare a seconda della specie, ed avviene in determinate stagioni, a volte due volte all’anno. Una volta che il maschio sceglie una femmina, sessualmente matura, la corteggia, prima di arrivare all’accoppiamento.

Come si accoppiano le tartarughe d’acqua?

Per le tartarughe d’acqua il corteggiamento e la riproduzione avviene, in genere, in acque profonde, durante la notte.

L’accoppiamento è spesso caratterizzato da una specie di danza della durata di circa 15 minuti, durante la quale il maschio emette dei sibili caratteristici.

Il corteggiamento avviene in questo modo: la tartaruga maschio si avvicina alla femmina nuotandole affianco e strusciando i suoi artigli al suo muso, dunque una sorta di carezza. Non sempre però la femmina accetta la corte.

Come si accoppiano le tartarughe di terra?

In questo video è possibile vedere come avviene l’accoppiamento delle tartarughe di terra:

Talvolta, il corteggiamento avviene anche in maniera violenta, soprattutto se una tartaruga deve combattere contro un altro maschio per la conquista della femmina.

Chi vuole allevare delle tartarughe, per farle accoppiare deve assicurarsi di:

  • prendere un maschio e una femmina, ed è meglio evitare altri esemplari, almeno in questa fase;
  • scegliere delle tartarughe sessualmente mature;
  • assicurarsi che l’ambiente sia adatto, soprattutto per la fase della nidificazione, quando le femmine dovranno scavare per deporre le uova;
  • nutrirle in maniera adeguata, fornendogli calcio e vitamina D3.

La nidificazione e la nascita dei cuccioli

Per deporre le uova, le femmine delle tartarughe scavano delle buche, ammorbidendo il terreno con le zampe posteriori. La deposizione comincia dopo due o tre settimane dall’accoppiamento (a influenzare i tempi è anche il clima), e sia il numero che il tempo di schiusa variano a seconda della specie. In genere, il periodo di incubazione dura da 4 a 9 mesi e, nel momento in cui termina, le uova si schiudono ed escono da soli i cuccioli di tartaruga.

Si può capire che la femmina è pronta a deporre le uova perché nei giorni antecedenti alla cova diventa nervosa.

Differenze tra le tartarughe d’acqua e di terra: età e comportamento

Per capire meglio come funziona la riproduzione delle tartarughe, è bene anche capire la differenza che c’è tra quelle di terra e quelle d’acqua. Un fattore che le contraddistingue è sicuramente l’età: quelle di terra, infatti, sono le più longeve, e quindi, nel corso della loro vita, si possono riprodurre di più di quelle d’acqua, che possono vivere anche fino ai trent’anni. In genere, la maturazione sessuale arriva dopo il quarto anno di età.

Le loro zampe hanno un adattamento diverso, all’ambiente, e quindi anche il modo in cui si accoppiano (o come i maschi si battono per le femmine) potrebbe esserne influenzato.

Non serve aggiungere che anche il loro comportamento cambia, a seconda dell’ambiente in cui vivono. Infatti, le tartarughe d’acqua, hanno un carattere più tranquillo di quelle di terra.

Un’altra cosa che le differenzia, è il guscio del loro uovo. Quello delle tartarughe d’acqua, infatti, è più liscio e morbido di quello delle tartarughe di terra, pieno di rughe, più resiste e da una forma non regolare.