Per un imprenditore, un professionista, oppure un’impresa di piccole o grandi dimensioni, la possibilità di poter usufruire di un’offerta su misura per quanto riguarda la fornitura di energia elettrica o di gas, è molto importante e arriva ad influire sulla produttività e sull’efficienza anche in maniera significativa.

Poter disporre di una proposta di fornitura business personalizzata e di un’assistenza mirata e continua è senza dubbio un vantaggio, considerando che per qualsiasi tipo di azienda, anche se piccola, soddisfare al meglio il fabbisogno energetico è fondamentale.

Nella scelta di un fornitore di energia per le imprese è quindi importante tenere conto di alcune caratteristiche determinanti e della possibilità di modulare l’offerta sulla base delle specifiche esigenze.

Le offerte business di Axpo, per esempio, permettono di soddisfare il fabbisogno di piccole e medie imprese, liberi professionisti e grandi aziende, usufruendo di un servizio studiato su misura, con energia proveniente al 100% da fonti rinnovabili.

Soluzioni specifiche per le aziende: quali sono

Per un imprenditore o un’azienda, la scelta di una fornitura di energia elettrica ideale è determinante e deve essere effettuata con attenzione. Un’azienda necessita di un servizio efficiente e di un’assistenza sempre disponibile, oltre alla possibilità di accedere all’offerta più interessante secondo le necessità del momento.

Poter usufruire inoltre di servizi aggiuntivi, come ad esempio la fornitura di strutture fotovoltaiche e di impianti di illuminazione a risparmio energetico, i bonus e i crediti fiscali per premiare il livello di efficienza, e altri importanti elementi, significa migliorare le performance aziendali e risparmiare sui costi.

Un fornitore di energia elettrica specializzato nel contesto business offre una consulenza specifica ad ogni cliente, al fine di studiare quelle che sono le necessità effettive e valutare quello che può essere il pacchetto di fornitura energetica ideale.

Le possibilità del mercato libero

A partire dal 2021 per le aziende, le piccole imprese e alcune microimprese è scattato il passaggio obbligatorio al mercato libero, che permette di accedere a un’ampia gamma di offerte luce e gas business convenienti e vantaggiose.

Per orientarsi verso la soluzione ideale, si consiglia prima di tutto di controllare l’eventuale possibilità di scegliere un servizio a prezzo fisso, che rimarrà quindi bloccato per un certo periodo di tempo.

Per quanto riguarda l’energia elettrica, anche per le forniture destinate alle aziende c’è la possibilità di scegliere tra diverse tariffe, vale a dire la monoraria – o fascia zero (F0) – con costo invariato dell’energia in ogni momento del giorno e della settimana, quella su tre fasce e quella peak/off peak.

Nella tariffa a tre fasce, il costo minore dell’energia si attesta nella seconda e nella terza fascia (F2 e F3), vale a dire dalle 19 alle 8 nei giorni feriali e per ventiquattrore nel fine settimana e nei giorni festivi. Il costo maggiore si registra invece nella prima fascia (F1), che riguarda le ore comprese tra le 8 e le 19, dal lunedì al venerdì.

Nella tariffa peak/off peak, la fascia più economica è quella denominata fuori picco, che va dalle 20 alle 8 dal lunedì al venerdì e copre l’intera giornata per quanto riguarda il sabato, la domenica e i festivi.

Questo significa che una tariffa monoraria può essere indicata per quelle aziende che lavorano esclusivamente in orari diurni e sono chiuse nei giorni festivi, ad esempio studi professionali e uffici in genere. Al contrario, una tariffa multioraria è particolarmente indicata per quelle attività operative 24 ore su 24, o comunque anche la sera e durante i fine settimana.

Spesso i contratti business si rivelano inoltre più convenienti per chi scegliere di gestire la fornitura interamente online, tramite applicazione, ad esempio, impostando i pagamenti in modalità automatica.

Verificare quelli che sono i propri consumi

Per attivare il contratto di fornitura più adatto, è importante che un’azienda presti attenzione ai propri consumi energetici nel corso dell’anno.

In genere, le tariffe per l’energia elettrica delle aziende si basano sulla potenza e sui consumi medi annui. Più nel dettaglio, si procede a fare una stima di quanto si è consumato in passato e sulla base del dato si formula un’offerta.

Per i clienti business sono comunque disponibili spesso interessanti incentivi e agevolazioni, che vengono concessi in relazione al settore produttivo a cui l’azienda appartiene.