Cosa ti viene in mente se parliamo di artemisina? Il termine ha un’assonanza di suoni con la pianta dell’artemisia, da cui poi arriva direttamente questo principio attivo. Tuttavia l’artemisina è una molecola chimica naturale che ha una sua proprietà.

La prima forma di medicina nasce dall’uso e dall’estrazione degli elementi chimici naturali che si trovano nelle piante, erbe e nella vegetazione che ci circonda. La medicina officinale è ancora oggi usata ed è alla base della creazione dei farmaci e medicinali di uso contemporaneo.

Che farmaco è l’artemisina?

Qual è l’applicazione dell’artemisina? Essa viene usata principalmente per la cura delle malattie malariche e in modo particolare della malaria. Curiosando nella sua storia vediamo che la pianta di artemisia era molto usata nelle zone paludose oppure nei territori con una ricchezza idrica naturale.

Proprio i posti ideali per la crescita e la proliferazione di zanzare malariche dove l’uso di questa erba consentiva di aiutare l’organismo infetto. Tuttavia essa è efficace perfino per la toxoplasmosi, babesia e leishmaniosi. Non a caso molti farmaci veterinari per i cani sono a base di artemisina che si assume in gocce o in comprese, ma sempre con una dose consigliata dal veterinario.

La dose consigliata?

Per fortuna la dose consigliata è sempre prescritta all’interno del foglietto illustrativo. Vero è che i medici danno delle indicazioni considerando la malattia del paziente, quale sia il peso e la gravità della patologia che essi possiedono.

Infatti le dosi possono variare e questo consente di affrontare una cura energica. Parlando del farmaco di artemisina a comprese si consiglia di prendere dalle 2/4 compresse al giorno per gli adulti. Mentre le gocce si può arrivare ad un massimo di 6 gocce al giorno.

Solo che tali farmaci possono avere grammature diverse quindi magari è bene che ci sia il parere medico per non andare in “overdose” di artemisina.

Si possono avere degli effetti collaterali che non sono letali, ma che sono molto fastidiosi come diarrea, vomito e dolori addominali, eruzioni cutanee e orticarie.

Quando si assume l’artemisina

L’artemisina si deve assumere solo quando ci sono delle malattie malariche che sono croniche oppure si trovano al primo stadio. Vero è che per la leishmaniosi è utilissima e nei cani diventa l’unica cura per combattere questa patologia.

Per gli umani è necessario che ci sia un’identificazione della patologia e che si vada poi ad avere delle dosi consigliate in modo specifico.